Inquinamento ambientale: può ridursi attraverso il riciclaggio

inquinamento atmosferico

Inquinamento ambientale e riciclaggio sono due questioni profondamente interconnesse tra loro. Infatti, ormai è risaputo che il riciclaggio può aiutare a stare meglio il nostro pianeta. Il riciclaggio può:

  • Ridurre la quantità di rifiuti inviati agli inceneritori. L’incenerimento produce emissioni che contengono metalli pesanti e diossine nocive che sono responsabili delle piogge acide e del riscaldamento globale.
  • Far risparmiare energia, acqua e inquinamento atmosferico attraverso la produzione e l’utilizzo di materiali recuperati.

Risparmiando energia, il riciclaggio riduce le alterazioni climatiche causate dalla combustione di combustibili fossili come carbone, petrolio e gas naturale. Queste materie, infatti, contribuiscono notevolmente alla maggiore quantità di energia generata. Il riciclaggio, invece, migliora anche la qualità dell’aria riducendo la richiesta di energia.

Inoltre, il riciclaggio può ridurre le emissioni di gas serra equiparabili alla eliminazione dalla strada di circa 5 milioni di automobili. Un altro vantaggio del riciclaggio è la carta riciclata. Il riciclo della carta produce il 73% in meno di inquinamento atmosferico rispetto a quando è prodotta con materie prime. Dunque, tutto questo aiuta l’aria a rimanere sana, sostiene la lotta al processo di inquinamento ambientale e aiuta il recupero e lo smaltimento di rifiuti.

Dal 2005, La tecnologia legata ai sistemi di riciclaggio ha ridotto i gas a effetto serra dell’equivalente di 9 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Tale riduzione è attribuita al fatto che il riciclaggio, gestito attraverso le nuove tecnologie, riduce la necessità di bruciare combustibili fossili, come benzina, carbone e diesel.

Il riciclaggio può ridurre il notevole inquinamento idrico e ambientale?

Sì! Il riciclaggio può aiutare a ridurre l’inquinamento dell’acqua e dell’ambiente. Il concetto alla base del riciclaggio è creare nuovi prodotti dal contenuto vecchio e riciclato. In tal modo, il processo utilizza meno acqua rispetto alla creazione degli stessi prodotti da zero. Riducendo il numero di prodotti che devono essere realizzati da zero, puoi contribuire a ridurre la quantità di inquinamento idrico industriale che viene creato.

Secondo il magazine National Geographic, un enorme quantità di plastica – pari al 91% – non viene riciclata. Questo avviene nonostante la plastica sia il più grande nemico dell’acqua oceanica. Il riciclaggio, per fortuna, aiuta a mantenere queste plastiche fuori dall’oceano e riduce la quantità di plastica “nuova” in circolazione.

I rifiuti elettronici, che sono alcuni dei tipi di rifiuti a più rapida crescita, contengono mercurio, piombo e altre tossine che potrebbero fuoriuscire dalle discariche e nelle fonti d’acqua locali. È noto che le discariche rilasciano alcune di queste tossine e molto altro ancora nelle falde acquifere e nei corpi idrici come i fiumi.

Pertanto, avvelenano l’acqua e potrebbero infettare molte più persone nelle valli circostanti. Il riciclaggio garantirà che tali perdite siano riparate e l’acqua sia al riparo dalla contaminazione. Ci sono una miriade di aziende che stanno aiutando a riciclare rifiuti elettronici, aiutando a salvaguardare il problema del nostro inquinamento ambientale.

Il riciclaggio può ridurre l’inquinamento del suolo?

Ovviamente sì! Il termine “discariche” significa che qualcosa viene disseminato sulla terra e, in questo caso, i rifiuti. Sappiamo che la maggior parte degli uomini sulla Terra buttano via notevoli quantità di spazzatura. La maggior parte di questa spazzatura finisce nelle discariche, occupando molte zone libere di terra. A questo punto, si suppone che le discariche trattengano i rifiuti il ​​più a lungo possibile, ma allo stesso tempo tali rifiuti inquinano il terreno.

Per ridurre l’inquinamento dei rifiuti solidi sulla terra, il riciclaggio aiuta molto. Riciclando, si può riuscire a ridurre la quantità di rifiuti che finiscono nelle discariche, così come il problema del nostro inquinamento ambientale in generale.

Il riciclaggio può ridurre l’inquinamento da plastica?

Ovviamente il riciclaggio riduce l’inquinamento da plastica. Come già accennato, il riciclaggio aiuta a mantenere la plastica fuori dagli oceani e riduce la quantità di plastica “nuova” in circolazione. La plastica è la principale fonte di rifiuti negli oceani e il riciclaggio significherà meno plastica in questi corpi idrici e quindi minori effetti sulla vita marina.

Solo meno del 14% degli imballaggi in plastica viene riciclato e occorre fare di più. Scegli di mettere gli imballaggi di plastica nel cestino e non nella spazzatura. Dove possibile, evita il più possibile l’utilizzo della plastica. Tuttavia, se ciò non è possibile, riutilizzala il più possibile, prima di gettarla nella pattumiera.

La plastica impiega un tempo notevolmente lungo per decomporsi. Quindi, scaricandola nelle discariche, condanna quel pezzo di terra a secoli di rifiuti di plastica che non si decomporranno mai. Il riciclaggio riduce quindi l’inquinamento da plastica o i rifiuti e si propone di salvare la Terra riducendo l’inquinamento ambientale. I sacchetti di plastica sono un vero e proprio tormento per gli animali marini come pesci e tartarughe. Riciclarli significa che questi esseri possono riuscire a sopravvivere, riprodursi e l’ambiente sarà migliore.

arte zodiaco Previous post Arte e Zodiaco: 12 opere per 12 segni
sneakers uomo Next post Sneakers uomo le migliori marche